L’importanza di continuare a studiare! - Gianluca Laurentini - Fotografia di viaggio e di natura

Collegamento alla pagina Facebook
Collegamento al portfolio 500px
Lo Stock personale sul sito dell'agenzia Clickalps
Il profilo Instagram
La pagina Google Plus
Il mio canale YouTube

Fotografia di viaggio e di natura

Vai ai contenuti

Menu principale:

L’importanza di continuare a studiare!

Articoli
Un noto detto recita: “gli esami non finiscono mai” e ciò è sicuramente vero anche per la fotografia. In occasione di passati corsi e workshop mi sono trovato con persone che la fotografia la conoscevano avendo seguito numerosi corsi, con insegnanti diversi fra loro. Chi ha tenuto questi corsi però gli ha passato non solo le giuste nozioni, ma anche molti vizi che chi ha cominciato a scattare a pellicola, se non ha continuato a studiare ed aggiornarsi, porta inevitabilmente con sé. L’esempio più calzante è il fatto che fosse stato insegnato a molti studenti che sottoesporre aiutava a preservare le foto da brutte sorprese. Ricordo che anche io all’inizio del mio cammino digitale ho cominciato a fotografare con le stesse regole che usavo per la pellicola, per cui la bruciatura era vista come il male del mondo e si preferiva sempre scattare con un stop in meno piuttosto che con un terzo in più. Poi studiando la tecnologia dei sensori, continuando a leggere riviste, a seguire gli insegnamenti di chi ne sapeva più di me, ho forzato il mio modo di fotografare per perdere questa brutta abitudine ed ho imparato ad esporre in funzione di un istogramma spostato a destra che permette di preservare i dettagli delle ombre in fase di sviluppo RAW.
In queste immagini la differenza di un dettaglio in ombra con un file RAW scattato in modo corretto al centro e con una sottoesposizione evidente a destra.
Fotografare richiede un continuo aggiornamento in quanto, soprattutto oggi che è presente tanta elettronica sui corpi macchina, all’evoluzione tecnologica bisogna associare anche una evoluzione nel modo di scattare. Nei prossimi anni potrebbe nuovamente cambiare tutto e chi fotografa dovrà di conseguenza adeguarsi ai nuovi dettami; ma è una cosa che è sempre successa: basti pensare a tutte le problematiche che doveva affrontare chi scattava fotografie su lastra di vetro, una tecnica che oggi molti ignorano, ma che è stata la normalità per chi ha iniziato a scattafare prima dell’invenzione della pellicola. Questa continua fase di studio è tanto più doverosa se si vuole insegnare perché altrimenti si rischia di instillare molti dubbi e false certezze in chi ha bisogno invece di giuste indicazioni per poter iniziare il suo viaggio in questo affascinante mondo. Per questo è importante scegliere i docenti giusti e, magari, ricominciare a fidarsi delle riviste. Invece oggi che il mondo dell’apprendimento si sta spostando sempre più su internet e si rischia di seguire solo degli accattivanti “content creators” che con la fotografia hanno poco a che fare. Ad esempio ho trovato in passato una pubblicità di un’associazione che pubblicizzava un corso flash con una foto in locandina di una modella che era chiaramente illuminata da luci continue, semmai il flash fosse stato usato è stato probabilmente per un errore di chi ha scattato. Come posso affermare questo? Ho partecipato alla stessa sessione di scatto e ricordo le condizioni. Purtroppo qualcuno ci cascherà e si iscriverà al corso.
Personalmente mi ritengo da sempre alla ricerca di nuovi spunti e tecniche da imparare e per questo continuo a leggere e sperimentare. A chi mi segue passo solo le conoscenze tecniche che ho sperimentato sul campo e che hanno dimostrato di funzionare. E la soddisfazione più grande è quella di vedere persone che mi ringraziano di quel che gli ho insegnato, perché molti errori che facevano in passato in realtà erano frutto di errate indicazioni da parte di insegnanti poco aggiornati o, nei casi più gravi, improvvisati.

© Gianluca Laurentini (P. Iva 11415451001)
Scaricare e riprodurre le foto ed i testi di questo sito senza l'esplicito consenso dell'autore è illegale e sarà perseguito a norma di legge.
Torna ai contenuti | Torna al menu